Vtok, un’alternativa per le videochiamate su iPhone.

Vtok
Vtok
Sempre più software permettono, ormai, di effettuare video chiamate utilizzando un iPhone.
Ad affiancare nomi come Skype e FaceTime si aggiunge anche Vtok.

Questa nuova applicazione, disponibile gratuitamente sull’App Store, permette di comunicare con i vostri contatti Google attraverso iPhone, Mac o Pc, e supportando anche Google Talk, consente di chiamare da computer fisso a dispositivo mobile.

Tramite il programma si possono effettuare chiamate e videochiamate, sia su rete Wi-Fi che 3G: basterà loggarvi con il vostro account e la vostra password di Google, senza ulteriori registrazioni.

Il software funziona in background e vi avverte nel caso qualcuno vi stia chiamando con una piccola notifica.

Per maggiori informazioni ecco qui il sito ufficiale dell’applicazione, presto disponibile anche per Android.

Viber, un’alternativa a Skype.

Viber sull'iPhone
Viber sull'iPhone
Skype dovrà contendersi il mercato con una nuova applicazione per iPhone, Viber.

Viber è una nuova applicazione VoIP che permette di chiamare da iPhone ad iPhone tramite connessione 3G e Wi-Fi.
E’ gratuita e viene eseguita in background.

Ci sono alcuni svantaggi rispetto a Skype.
Ad esempio, non è possibile chiamare altri numeri, ma solo gli utenti Viber.
Chiamando un numero non associato ad un account Viber la chiamata sarà fatta direttamente, senza avvisi, a spese vostre.

Inoltre non c’è possibilità di chiamare numeri fissi o cellulari, anche con ulteriori acquisti.

Viber, però, ha anche qualche cosa in più.
Per chiamare un vostro amico (con account Viber) non c’è bisogno che lui sia connesso a Viber o che l’applicazione sia in esecuzione; il programma utilizza le notifiche di iOS per avvisarvi di una chiamata in arrivo.
Cliccando su “rispondi” verrà aperta l’applicazione e si stabilirà la connessione per la chiamata.

Tra le novità previste per Viber figurano messaggi di testo gratuiti, suonerie personalizzate e la possibilità di cambiare sfondo.

Sembra poi che ci sia la possibilità di poterlo utilizzare su iPod touch e iPad, nonostante l’applicazione necessiti (almeno per adesso) di un numero di telefono.

Beh, cosa aspettate a provare?